Locandina_DOTESCUOLA_2017-2018
ANNO SCOLASTICO 2017/2018
Buono scuola e Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica
1. Finalità e obiettivi
Il presente avviso dispone le modalità di attuazione delle seguenti componenti di Dote scuola 2017/2018, di cui alla D.G.R. n. 6426/2017:
Buono scuola, finalizzato a sostenere gli studenti che frequentano una scuola paritaria o statale che preveda una retta di iscrizione e frequenza per i percorsi di istruzione;
Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, finalizzato a sostenere la spesa delle famiglie per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica, nel compimento dell’obbligo scolastico sia nei percorsi di istruzione che di istruzione e formazione professionale.
2. Soggetti beneficiari
Le domande per le suddette componenti possono essere presentate da uno dei genitori o altri soggetti che rappresentano lo studente interessato. Rappresenta il minore la persona fisica o giuridica a cui il minore è affidato con provvedimento del Tribunale per i Minorenni o che esercita i poteri connessi con la potestà genitoriale in relazione ai rapporti con l’istituzione scolastica1. Lo studente maggiorenne presenta personalmente la domanda.
3. Dotazione finanziaria
Le risorse disponibili ammontano complessivamente 31.100.000 euro, di cui 20.000.000 di euro per il Buono scuola e 11.100.000 euro per il Contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica.
4. Caratteristiche dell’agevolazione
La fonte di finanziamento prevista per il Buono scuola è totalmente di natura autonoma (risorse regionali), mentre i Contributi per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica hanno una composizione mista: 2.600.000 euro sono risorse regionali autonome e 8.500.000 euro sono le risorse statali stimate per la fornitura dei libri di testo2.
Il contributo riconosciuto alla famiglia consiste in un buono virtuale elettronico, finalizzato a contribuire alle spese scolastiche.

4.1 Buono scuola
Beneficiari del buono scuola sono gli studenti residenti in Lombardia, di età inferiore a 21 anni, iscritti per l’anno scolastico 2017/2018 a corsi ordinari di studio presso scuole primarie, secondarie di primo grado, secondarie di secondo grado, paritarie o statali con retta di frequenza, aventi sede in Lombardia o nelle regioni limitrofe purché lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza. Per corsi ordinari di studio si intendono quelli previsti dagli ordinamenti nazionali e regionali per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE3 inferiore o uguale a 40.000 euro.
Ammontare del Buono scuola
Il contributo viene determinato secondo la seguente tabella, in relazione alle fasce ISEE di appartenenza e all’ordine e grado di scuola frequentata:

valore ISEE in euro

scuola secondaria di 2° grado:

fino a 8.000            buono di € 2.000
da 8.001 a 16.000    buono di € 1.600 
da 16.001 a 28.000  buono di € 1.400
da 28.001 a 40.000  buono di € 1.300
1 Ai sensi dell’art. 5, comma 1, lettera l, della legge n. 149/2001.
2 Art. 27 della Legge 23 dicembre 1998, n. 448.
3 ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, rilasciato ai sensi del DPCM n. 159 del 5 dicembre 2013 e della circolare INPS n. 171 del 18 dicembre 2014 dagli enti competenti (INPS, CAF, comuni). Deve essere in corso di validità all’atto di presentazione della domanda (la certificazione deve avere la scadenza del 15 gennaio 2018).
2
Tali importi sono erogati sotto forma di buoni virtuali elettronici da utilizzare on-line, entro la scadenza inderogabile del 30 giugno 2018, a favore della scuola frequentata. Il buono è riferito alla frequenza dell’intero anno scolastico e non può essere frazionato. Il valore del buono non può superare l’entità della spesa effettivamente sostenuta per il pagamento della retta di iscrizione e frequenza e pertanto i suddetti valori possono essere riparametrati in tal senso. Nel caso in cui l’importo complessivo delle domande ammissibili risulti superiore allo stanziamento previsto in bilancio, i contributi di cui alle ultime due fasce ISEE, con esclusione di quelli garantiti alla scuola primaria, vengono rimodulati in misura proporzionale alle risorse disponibili.

4.2. Contributo per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica
Beneficiari del contributo sono gli studenti residenti in Lombardia, di età non superiore ai 18 anni, iscritti per l’anno scolastico 2017/2018 a:
 corsi ordinari di studio presso scuole secondarie di primo grado (classi I, II e III) e secondarie di secondo grado (classi I e II), statali e paritarie aventi sede in Lombardia o in regioni confinanti purché lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza;
 percorsi di istruzione e formazione professionale (classi I e II) erogati in assolvimento dell’obbligo scolastico dalle istituzioni formative accreditate al sistema di istruzione e formazione professionale regionale, aventi sede in Lombardia o in regioni confinanti purché lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza.
Per corsi ordinari di studio si intendono quelli previsti dagli ordinamenti nazionali e regionali per le scuole secondarie di primo e secondo grado.
Il nucleo familiare richiedente deve avere una certificazione ISEE4 inferiore o uguale a 15.494 euro.
Ammontare del contributo
Il contributo è determinato secondo la seguente tabella, in relazione alle fasce ISEE di appartenenza e all’ordine e grado di scuola frequentata:
valore ISEE in euro

scuola secondaria di 2° grado
(SOLO classi I e II)

fino a 5.000             buono di € 240

da 5.001 a 8.000      buono di € 200

da 8.001 a 12.000    buono di € 160

da 12.001 a 15.494  buono di € 130

Tali importi vengono erogati sotto forma di buoni virtuali elettronici intestati al beneficiario e spendibili, entro la scadenza del 31 dicembre 2017, presso la rete distributiva convenzionata con il gestore del servizio, di cui si trova informazione sul portale Dote scuola di Regione Lombardia.
La dotazione finanziaria prevista è comprensiva dei trasferimenti statali di cui al momento si dispone di una stima basata sugli anni precedenti. Pertanto, nel caso in cui detta entrata si realizzi in misura inferiore a quanto previsto, i contributi possono essere rideterminati in relazione alle risorse effettivamente disponibili.
Nel caso in cui le domande ammissibili risultino superiori allo stanziamento previsto in bilancio, si procede all’assegnazione del beneficio sulla base dell’elenco dei beneficiari redatto in ordine crescente con riferimento al valore ISEE.
Prodotti acquistabili con il contributo
Nella categoria libri di testo rientrano i libri di testo sia cartacei che digitali; i dizionari e i libri di narrativa (anche in lingua straniera) consigliati dalle scuole.
Nella categoria dotazioni tecnologiche rientrano: personal computer, tablet, lettori di libri digitali, software (programmi e sistemi operativi a uso scolastico, anche per disturbi dell’apprendimento e disabilità), strumenti per l’archiviazione di dati (come chiavette USB, CD/DVD-ROM, memory card, hard disk esterni), calcolatrici elettroniche.
Tra gli strumenti per la didattica rientrano gli strumenti per il disegno tecnico (compassi, righe e squadre, goniometri, ecc.), per il disegno artistico (pennelli, spatole, ecc.), mezzi di protezione individuali ad uso laboratoriale, strumenti musicali richiesti dalle scuole per attività didattica.
4 ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, rilasciato ai sensi del DPCM n. 159 del 5 dicembre 2013 e della circolare INPS n. 171 del 18 dicembre 2014 dagli enti competenti (INPS, CAF, comuni). Deve essere in corso di validità all’atto di presentazione della domanda (la certificazione deve avere la scadenza del 15 gennaio 2018).
3
Non rientrano nella categoria dei prodotti acquistabili tutti i beni di consumo (penne, matite, pennarelli, quaderni, fogli, acquarelli, colori, ecc.), diari, cartelle e astucci.
5. Termini di presentazione delle domande

Le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 del 19 aprile 2017 alle ore 17.00 del 15 giugno 2017.

La compilazione, l’inoltro e la gestione delle domande avvengono esclusivamente in via informatica sul portale dedicato. In caso di necessità è possibile ottenere supporto informatico e assistenza alla compilazione presso il proprio comune di residenza, la scuola paritaria dove lo studente è iscritto, gli sportelli Spazio Regione. Per fronteggiare eventuali sovraccarichi in prossimità della scadenza del presente avviso, ai suddetti enti è consentito procedere alla protocollazione delle domande regolarmente pervenute entro il suddetto termine, fino alle ore 17.00 del 20 giugno 2017. Non sono ritenute valide le domande pervenute in formato cartaceo, ad esclusione degli specifici casi di seguito descritti. La domanda è redatta sotto forma di autocertificazione5. La Regione effettua controlli sulla veridicità delle dichiarazioni fornite e, in caso di dichiarazioni mendaci, provvede alla revoca della dote e alla denuncia per falsa dichiarazione.
L’esito della richiesta di dote verrà comunicato con un messaggio al numero di cellulare oppure tramite posta elettronica, a seconda di quanto indicato dal richiedente nella domanda.
6. Presentazione delle domande
La domanda è compilabile on-line all’indirizzo http://www.scuola.dote.regione.lombardia.it, dove si trova anche una guida completa alla compilazione. La relativa procedura prevede le seguenti fasi:
a. Registrazione: se non si dispone già delle credenziali di accesso è necessario registrarsi per procedere alla compilazione della domanda.
b. Compilazione della domanda: la registrazione consente di accedere al sistema e compilare la domanda, seguendo le istruzioni contenute nella guida. Conclusa la fase di compilazione e confermati i dati inseriti, occorre stampare o salvare la dichiarazione riassuntiva.
c. Sottoscrizione della domanda con firma autografa: coloro che non possiedono carte abilitate alla firma digitale, devono stampare la dichiarazione riassuntiva. Le domande di Contributo per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica devono essere presentate al proprio comune di residenza per la sottoscrizione e l’inoltro (unitamente alla copia di un valido documento di identità). Le domande di Buono scuola possono invece essere presentate alla scuola paritaria per la sottoscrizione e l’inoltro (sempre con la copia di un valido documento di identità). Comuni e scuole paritarie si fanno carico della trasmissione alla Regione e della protocollazione delle domande. I residenti nel comune di Milano possono rivolgersi agli Uffici di Spazio Regione di via Fabio Filzi 22 e di via Melchiorre Gioia 39, da lunedì a giovedì dalle ore 9.00 alle ore 18.30 e il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 15.00.
d. Sottoscrizione della domanda con firma digitale
6: coloro che sono in possesso della CRS o di altra carta con funzionalità di firma digitale, possono invece apporre direttamente la firma digitale alla dichiarazione riassuntiva. Al termine della procedura di firma occorre protocollare la domanda seguendo le relative istruzioni. La protocollazione è elemento essenziale di ammissibilità della domanda. E’ pertanto necessario ottenere dal sistema l’assegnazione del protocollo, che attesta il corretto completamento della procedura. In assenza della protocollazione, la domanda è inesistente.
Nel caso in cui la domanda di Buono scuola comprenda una richiesta di Contributo per l’acquisto dei libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica anche per altri figli non frequentanti la scuola paritaria, la dichiarazione riassuntiva può essere presentata sia presso la scuola paritaria che presso il comune di residenza.
Il soggetto affidatario (persona giuridica oppure famiglia presso cui è collocato il minore con provvedimento
5 Ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.
6 Ai sensi del Regolamento dell'Unione Europea numero 910/2014, cosiddetto regolamento “eIDAS” (electronic IDentification Authentication and Signature - Identificazione, Autenticazione e Firma elettronica), la sottoscrizione della documentazione utile alla partecipazione al bando potrà essere effettuata con firma digitale o firma elettronica qualificata o firma elettronica avanzata. È ammessa quindi anche la firma con Carta Regionale dei Servizi (CRS) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS), purché generata attraverso l'utilizzo di una versione del software di firma elettronica avanzata aggiornato a quanto previsto dal Decreto del Consiglio dei Ministri del 22/2/2013 "Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali, ai sensi degli articoli 20, comma 3, 24, comma 4, 28, comma 3, 32, comma 3, lettera b) , 35, comma 2, 36, comma 2, e 71" (Il software gratuito messo a disposizione da Regione Lombardia è stato adeguato a tale Decreto a partire dalla versione 4.0 in avanti).
4
dell’autorità giudiziaria) non è tenuto a presentare la dichiarazione ISEE: lo stato di minore affidato, residente in Lombardia, comporta l’assegnazione di un contributo d’importo corrispondente a quanto previsto per la fascia di reddito più bassa. La domanda di contributo deve essere presentata dalle famiglie affidatarie in modo disgiunto rispetto a quella di eventuali figli.
La domanda è esente dall’imposta di bollo7.
6.1. Modifica e integrazioni alle domande presentate
E’ possibile effettuare modifiche e integrazioni alla domanda regolarmente presentata per segnalare eventuali errori materiali che potrebbero incidere sull’ammontare del beneficio. Prima della scadenza dell’avviso, modifiche e integrazioni possono essere effettuate dallo stesso richiedente compilando on line una nuova domanda che annulla la precedente. Oltre la scadenza dell’avviso è necessario utilizzare la modulistica allegata e trasmetterla esclusivamente via telefax al n. 02/3936151, entro il 30 giugno 2017.
6.2. Presentazione di domande oltre il termine di scadenza:
E’ possibile presentare una domanda di buono scuola dopo la data di scadenza del presente avviso nei seguenti casi:
1. cambio scuola da statale o da istituzione formativa accreditata a scuola paritaria o viceversa: è possibile trasmettere via telefax al n. 02/3936151 una domanda cartacea utilizzando l’allegato Modulo A, entro il termine del 30 novembre 2017;
2. nuova residenza in Regione Lombardia: è possibile trasmettere via telefax al n. 02/3936151 una domanda cartacea utilizzando l’allegato Modulo B, entro il termine del 29 settembre 2017.

   

Istituto A. Volta Lecco Srl - Corso Pormessi Sposi 100 - 23900 LECCO - P.I. 01386630139 Tel. 0341250760 Fax. 0341258249 e-mail: istitutovolta@istitutovolta.net  Privacy-Informativa

  Site Map